Questo sito utilizza cookie.
I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dal nostro sito Web, infatti quasi tutti ne fanno uso.
I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web.

Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa Cookie.

Clicca su accetto per proseguire la navigazione, cliccando su un qualunque elemento sottostante acconsenti comunque all'uso dei cookie.

Premi

Di seguito potete leggere tutti i premi letterari che sono stati conferiti ad Angelica Piras durante la sua carriera artistica come poetessa sarda:


  • 2015

    1° Posto al premio Parole su pietra di Narcao

    1° Posto al concorso letterario: Parole su pietra organizzato dall'associazione Nulacadu, per la poesia Isola azzurra
    Poesia incisa su una pietra che verrà posizionata in una piazza al centro di Narcao

    Emozione bellissima vedere i propri versi incisi su una grande pietra, che resisterà al tempo.

    Grazie

  • 2015

    3° Posto al premio Montanaru di Desulo

    Con la poesia: Bisu de bisai 3° posto al concorso letterario: Montanaru di Desulo
    Grandissima emozione e onore far parte della rosa dei premiati.

  • 2015

    2° premio a Bortigali

    Il 25 ottobre 2015 premiazione del concorso biennale di poesia sarda : A pes de su Santu Padre di Bortigali

    2° posto per la poesia Tretus de prexu ( Spazi di gioia )

    Tretus de prexu                                                                   

    Est dolori mannu                                                                     
    custa assèntzia frungia de bentu malu                                       
    e candu seu a sola intendu sèmpiri                                         
    cudda cantzoni chi contat de nosu,                                            
    poita ca, nudda at potzu su tempus                                            
    chi passendi lestru at lassau sceti prata                                    
    asuba stasonis sbuidas.                                                           
    T’abetu po s’eternidadi in cussu bòlidu                                       
    chi imbriagat sa vida,                                                               
    e abetu carìnnius de bisus infrorius                                            
    po arrespirai e gosai.                                                               
    Intendu ancora su sabori tuu                                                    
    a pitzus de sa peddi mia imbeciada,                                         
    e non camminu in bias imperdadas                                          
    ma in tapetus de arrosas.                                                      
    Furu a scusi de s’arrexoni traitora                                            
    cadenas arruinadas                                                                  
    scabullendi totu cussu amori                                                    
    cosiu cun prantus cuaus                                                         
    e imprassus de fueddus asullus,                                              
    aici sceti araxis de luxi                                                            
    prenint tretus de prexu.                                                         

    Spazi di gioia

    E’ un immenso dolore

    questa lontananza sgualcita dal cattivo tempo

    e quando sono sola ascolto sempre

    quella canzone che racconta di noi,

    perché nulla ha potuto fare il tempo

    che passando veloce ha lasciato solo l’argento

    sopra stagioni vuote.

    Per l’eternità ti aspetto in quel volo

    capace di ubriacare la vita,

    e attendo carezze di sogni in fiore

    per respirare e gioire.

    Ancora percepisco il tuo aroma

    sopra la mia pelle invecchiata,

    e non cammino in vie piene di pietre

    ma in tappeti di rose.

    Rubo dall’impostora ragione

    catene arrugginite

    liberando tutto quell’amore

    cucito con pianti nascosti

    e abbracci d’azzurre parole,

    solo così schegge di luce

    riempiono spazi di gioia

  • 2015

    Menzione d’onore alla 1°edizione del concorso Lussu con la poesia Pipieddus chene Deus

    Menzione d’onore alla 1°edizione del concorso Lussu con la poesia Pipieddus chene Deus

  • 2015

    56° edizione Premio Ozieri 4° posto per la poesia Filla de su Mari

    4° posto alla 56° edizione Premio Ozieri per la poesia Filla de su Mari ( Figlia del mare )
    Grandissima soddisfazione e onore

     

    Filla de su Mari

    S’asulu tuu Mari miu stimau
    spitzicorrat petza aresti.
    Ses cuadroxu silentziosu,
    mirada de arrosu aintru ‘e su scuriu,
    santzanedda de pentzamentus cuas,
    fanceddu manciau de spantu.
    Deu, jana bestia de arrùbiu
    cuncordada cun prendas de sùlidus e disìgius,
    una cannaca de conchìllias in su tzugu
    e unu mucadori froriu calau in palas,
    acabussu aintru ‘e tui
    po mi fait carinniai de is manus tuas calentis
    profumadas de tempus antigu.
    Ses imprassu de luxi
    lentzolu arrandau de paxi
    boxi de agiudu
    e bollu nadai e morri
    in s’arrespiru tuu.
    Seu filla tua,
    nàscia in sa temporada
    de sa brenti tua innamorada
    poita ca
    tui, Mari miu stimau
    ses s’arretumbu de su coru miu
    e araxi in su dolu miu.
    Is undas in d-unu ballu torrau
    cadentzat unu bisu afoghigiau
    e si baddat asuba moddis bàsidus
    e oritzontis nous
    sciustus de poesia
    a sa fini arribat s’ obrescidroxu
    si aberit in celu una fentana asula
    chi m’arregalat scantulladas de bentu
    e cinciddas de soli,
    mi spollu de arrexonis nieddas
    e cun tui Mari miu stimau
    gosu e arrespiru.

     

    Figlia del mare

    Il tuo azzurro amato mare
    smussa la mia forma selvaggia.
    Sei rifugio quieto,
    sguardo di rugiada dentro al buio,
    altalena di pensieri celati,
    amante macchiato d’incanto.
    Io, fata vestita di rosso,
    abbellita con gioielli di soffi e desideri,
    al collo una collana di conchiglie
    e un fazzoletto fiorito calato sulle spalle,
    mi tuffo dentro te
    per farmi accarezzare dalle tue calde mani
    profumate di tempo antico.
    Sei abbraccio di luce
    lenzuolo ricamato di pace
    voce d’aiuto
    e voglio nuotare e morire
    nel tuo respiro.
    Sono tua figlia
    nata attraverso la tempesta
    della tua pancia innamorata
    perché tu
    mio amato Mare
    sei l’eco del mio cuore
    e brezza nel mio dolore.
    Le onde in un “ballu torrau”
    scandiscono un sogno incandescente
    e si balla sopra morbidi baci
    e nuovi orizzonti bagnati di poesia,
    finalmente giunge l’alba
    si apre nel cielo una finestra azzurra
    che mi regala schiaffi di vento
    e scintille di sole,
    mi spoglio dalle nere ragioni
    e insieme a te mio amato Mare
    godo e respiro.

  • 2015

    Menzione d'onore a Romana (SS)

    Menzione d'onore alla 3° edizione del premio di poesia sarda "Tiu Finu" di Romana (SS)

    con la poesia Tretus de prexu  ( Spazi di luce )

  • 2015

    3° premio al concorso Pro-esia di Sinnai

    3° classificata al concorso Pro-esia di Sinnai 2015. In occasione della manifestazione Il colore Rosa il 26 Luglio alle 19.00 verrò premiata nella biblioteca di Sinnai.

    Altra indimenticabile emozione.

    La poesia vinvitrice ha per titolo: Vento di donna stanca.

  • 2015

    2° premio al concorso internazionale di San valentino 12° Edizione/2015

    Premio Letterario Internazionale

    ''SAN VALENTINO POESIA SULL'AMORE”

    12° Edizione / Anno 2015

     

    Classifica San Valentino 2015


    Venerdì 29 maggio 2015, presso il Museo "Il Ciclo della Vita" di Quartu Sant'Elena, si è tenuta la cerimonia di premiazione "Premio Letterario San Valentino. Poesia sull'Amore" (12° edizione), organizzato dal Centro "Il Teatro dell'Anima".
    La Giuria era composta da Elisa Piano (Presidente), Valentina Murgia, Fabio Loi, Sabrina Fanzecco e Silvia Serpi.

    Il concorso prevedeva anche poesie già premiate, la poesia Pratza 'e soli già premiata a Siniscola nel 2013 ha ricevuto un 2° premio nella sezione D amore per la propria terra.

    Sez. A

    1°) Massimo Scotti (Montalto di Castro - VT) con "Laguna"

     2°) Simone Serri (Sinnai - CA) con "Sotto un cielo macchiato di stelle"

     3°) Gianfranco Garrucciu (Tempio Pausania - OT) con "Fiori di luna"

     Menzione speciale: Gennaro de Falco (Milano) con "Quella via" Sez. B

     1°) Beatrice Gallus (Tempio Pausania - OT) con "Delicata roccia"

    2°) Gaetano Catalani (Ardore Marina - RC) con "Non sei diverso, vvi solo nel tuo mondo"

    3°) Emilia De Vecchi (Capistrello - AQ) con "Madre"

     Menzione speciale: Marinella Fois (Sestu - CA) con "Mio usignolo" Sez. C

     1°) Nadia Tezze Sgaggio (Montecchio Maggiore - VI) con "In punta di piedi"

     2°) Giusi Agliusta (Sestri Levante - GE) con "Frammenti di cuore"

     3°) Rita Muscardin (Savona) con "Tutto è compiuto"

     Menzione speciale: Ugo Pisu (Serrenti - CA) con "Il nostro sogno d'amore" Sez. D

     1°) Rita Muscardin (Savona) con "L'onda del Quarnaro"

     2°) Angelica Piras (Elmas - CA) con "Pratza 'e soli"

     3°) Fabrizio Bregoli (Cornate D'Adda - MB ) con "Storie di pianura"

     Menzione speciale: Giorgio Valdes (Sestu - CA) con "Sestu Signora morente"

     

  • 2015

    1° premio concorso Melodie dell'anima

    Primo premio e premio speciale alla 6° edizione del concorso: Melodiie dell'anima di Uta con la poesia: Ses aintru 'e mei.

  • 2015

    Menzione d'onore Premio campidanu 2014

    Menzione d'onore al premio Campidanu 2014 di Selargius con la poesia: Bertulas de dìsigius cuas



  • 30
    giu
    2018

    Presentazione: Regina delle ombre a Laconi a cura del giornalista Maurizio Melis

    Presentazione libro: Regina delle ombre "In asulu bisendi", 30 giugno ore 21.30

    "LIBER"...

    26
    dic
    2015

    14 mie poesie inedite ispirate dalle note del nuovo meraviglioso cd di Lorenzo Pescini

    Finalmente esce "Piano di Fuga" il terzo album di Lorenzo Pescini, pianista compositore...