Questo sito utilizza cookie.
I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dal nostro sito Web, infatti quasi tutti ne fanno uso.
I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web.

Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa Cookie.

Clicca su accetto per proseguire la navigazione, cliccando su un qualunque elemento sottostante acconsenti comunque all'uso dei cookie.

Avrei voluto

Avrei voluto


Avrei voluto…

Ora comprendo quel vortice presente
nei miei enigmatici disegni
che ingoia e squarcia il mio respiro.
Ora vago al suo interno
e trovo conforto nelle sfere azzurre
che accarezzano il mio viso indebolito,
che asciugano le mie lacrime fiacche.
Avrei voluto…
non vedere mai,
i tuoi occhi da cerbiatta spaurita
avvolgersi in una veste nera,
avrei voluto…
sanare il tuo disperato bisogno di risposte certe,
avrei voluto…
soffrire le pene più atroci
in cambio della salvezza della tua essenza innocente,
avrei voluto…
invece.. con l’impotenza tra le mani
non ho potuto proteggerti dal dolore di questa vita.
Amore mio
mia gemma colorata,
ti prometto che brillerà ancora l’arcobaleno
e realizzeremo una stradina multicolore
dove insieme cammineremo prese per mano
senza più paure…
ci lasceremo guidare dalla luce celeste
che lentamente medicherà le piaghe aperte.
Sarò pronta
te lo prometto
agiterò i miei sonagli vitali,
bacerò le tue gote,
asciugherò le tue gocce di cristallo
e il mio sorriso ti darà la forza
per guardare oltre quel vorticoso precipizio
che per il momento
raccoglie solo la nostra disperazione,
insieme freneremo quel vortice impazzito,
ed io…
fautrice della tua venuta al mondo,
scaglierò verso l’oscuro
lo scettro della fede e della speranza
perché vivo per te
e di te.

Avrei voluto Questa poesia รจ nata dopo un periodo di chiusura, generata dall'evento del diabete della mia piccola Alessia. 5 ott 2014
Autore
Angelica Piras
Note alla poesia
Solo ascoltando le note dell'opera: Piccolo fiore del Maestro Lorenzo Pescini, sono riuscita a far fluire il dolore per poi scrivere.
Condividi


13
mag
2017

"Il maggio dei libri 2017" Equilibri Elmas

L’appuntamento è per sabato 13 maggio 2017 in Piazza di Chiesa a Elmas, dalle 17 alle...

12
mag
2017

Partecipazione al reading" La voce delle donne nella poesia" Osservatorio della poesia Italiana e sarda

LA VOCE DELLE DONNE NELLA POESIA
READING E 
OSSERVATORIO DELLA POESIA ITALIANA E SARDA
26
dic
2015

14 mie poesie inedite ispirate dalle note del nuovo meraviglioso cd di Lorenzo Pescini

Finalmente esce "Piano di Fuga" il terzo album di Lorenzo Pescini, pianista compositore...