Questo sito utilizza cookie.
I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dal nostro sito Web, infatti quasi tutti ne fanno uso.
I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web.

Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa Cookie.

Clicca su accetto per proseguire la navigazione, cliccando su un qualunque elemento sottostante acconsenti comunque all'uso dei cookie.

L'azzurro

L'azzurro


2 novembre 2014

L'azzurro è il suono rimbombante più vivo nelle mie poesie. Ho fatto di questa metafora, impronta indelebile del mio sentire.
In ogni poesia anche quelle scritte in sardo-campidanese la parola: Azzurro o Asulu (in sardo) è sempre presente.

Esso rappresenta quel segreto che mi ha tenuto per mano nelle notti buie dell'infanzia, ma rappresenta tutto ciò che riesce a farmi ancora sorridere e respirare.

Ho tantissimi motivi per vestire la mia innata malinconia d'azzurro. Ma rappresenta anche un altro segreto che non svelerò, almeno per ora.

Chissà se mai riuscirò a riposare sdraiata sulla quiete del suo colore

Ti sento

Ti aspetterò
appesa al sogno,
abbracciata
alla tua voce di velluto
e sentirò
cantare il buio
che veste le mie sere
Ti sento
adagiato
sulla riva
del mio tempestoso ventre
ti sento
sulla bocca che ti cerca
li ormeggiano
emozioni azzurre
e ti sento
sfiorare il mio cuore
nonostante l' assenza

Angelica Piras

 


L'azzurro


26
dic
2015

14 mie poesie inedite ispirate dalle note del nuovo meraviglioso cd di Lorenzo Pescini

Finalmente esce "Piano di Fuga" il terzo album di Lorenzo Pescini, pianista compositore...